Ultima modifica: 27 novembre 2018

Ambiente

PROGETTO “A SCUOLA SI USA E NON SI GETTA”

La Dirigente scolastica e il referente all’ambiente della scuola secondaria sono lieti di comunicare ai sigg. genitori e a tutti docenti dell’Istituto che la nostra scuola è stata premiata per l’attuazione del progetto “A scuola… non si usa e getta” realizzato nell’a.s. 2017/18 nelle classi seconde sezioni A – D ed F. Una rappresentanza di alunni ha partecipato alla premiazione tenutasi il giorno 22/11/2018 , presso il Grand Hotel Salerno nell’ambito della XIV edizione dell’Ecoforum di Legambiente Campania.

  

Intervento degli alunni di terza F all’ECOFORUM di Legambiente

“Lo scorso anno scolastico, partecipando all’iniziativa promossa da Legambiente “A scuola si usa e non si getta”, in collaborazione con il CIAL (Consorzio materiale alluminio), utilizzando le borracce ECO e l’acqua del rubinetto, anziché le bottiglie di plastica, abbiamo evitato di produrre rifiuti di plastica. Il compito di realtà svolto “Rifiuti come risorse” e le attività di laboratorio sono servite a sviluppare la nostra “coscienza ecologica”, ci hanno fatto capire che il problema ambientale è, certamente, uno dei più gravi del nostro tempo. Ogni persona ha il diritto di vivere in un ambiente sano, ed ognuno è chiamato a contribuire alla sua tutela, modificando cattive abitudini e stili di vita, uscendo dalla logica dell’usa e getta, adottando comportamenti rispettosi e responsabili.

Occorre, pertanto, cambiare nel quotidiano, compiendo buone azioni e pratiche ecologiche. Il cittadino è il primo anello di una catena fondamentale per l’economia circolare del futuro, per il nostro futuro. Bisogna prendere esempio dalla natura stessa ricordando le parole di Antoine-Laurent de Lavoisier (scienziato francese vissuto nella seconda metà del XVIII) che afferma che in natura nulla si crea, e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. Questo principio lo dovremmo utilizzare anche nella gestione dei rifiuti. Questi ultimi, effetti dei nostri consumi, rappresentano un grave pericolo per la salute dell’uomo e provocano incurabili malattie come il cancro.

Abbiamo prodotto un opuscolo divulgativo, un vadenecum per praticare la cittadinanza attiva attraverso il passaparola. Speriamo che il nostro lavoro possa contribuire ad accrescere la consapevolezza dei cittadini e che sia da stimolo per gli Enti pubblici preposti, affinché attuino tutti gli interventi di competenza: Ridurre, differenziare, riciclare, compostare, per la tutela dell’ambiente e della salute umana”.




Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi